matrimonio ai tempi del coronavirus

Matrimonio ai tempi del Coronavirus

Qualche giornalista prima di me ha utilizzato il titolo del libro di Gabriel García Márquez per il suo articolo. “L’amore ai tempi del colera” è diventato Matrimonio ai tempi del Coronavirus. E’ un bel titolo e lo uso pure io. Mi si perdoni.

Ma quello che vorrei scrivere è un aiuto, un supporto, innanzi tutto agli sposi miei clienti ed in generale a tutte le coppie che stanno preparando il loro evento più importante. Lo dico anche se mia moglie afferma che il giorno più bello della sua vita è stato quello della nascita di nostra figlia, e la capisco!. Un aiuto, che può partire da una conversazione via web, per capire ed affrontare le ansie di questo periodo. Un aiuto anche nel ricolare che stiamo tutti facendo il massimo per contenere l’epidemia, rinunciando al lavoro a nuovi clienti e contatti. Abbiamo dinanzi a noi certamente ancora settimane di isolamento, ma anche giornate in cui possiamo trovare, dentro di noi, la serenità per affrontare questi momenti e per creare situazioni simpatiche e felici per le persone che condividono il nostro destino.

Mi viene in mente …

Mi viene in mente Paola, l’ostetrica che ha fatto nascere mia figlia. Vive a Medicina, un piccolo comune vicino a Bologna, in questi giorni nel pieno del focolaio del COVID-19. Le abbiamo telefonato preoccupati. Sta bene e stanno bene i sui parenti. Ma la nostra preoccupazione mi ha fatto pensare al legame che ci lega a lei. Preciso oggi mia figlia, che si chiama Paola, come l’ostetrica, ha 36 anni. Ebbene dopo 36 anni noi serbiamo vivissimo il suo ricordo, come amici che si sono frequentati sempre, anche se sono passati decenni dall’ultima volta che abbiamo scambiato due parole con lei. Ecco, io vorrei mantenere questo livello di affetto, di amicizia, con i miei clienti. Vorrei che dopo anni sfogliando il loro album di fotografie, o sfogliando le stampe nascoste in un cassetto, o guardando il pannello che hanno in camera, si ricordassero del loro fotografo.

La mia ptomessa per il Matrimonio ai tempi del Coronavirus

Questa è la prima promessa che faccio ai miei clienti: sono e saranno sempre con me, anche dopo anni, le loro foto nei miei archivi, ed il ricordo dei loro volti nel mio cuore. E spero che l’immagine mia e dei miei collaboratori – Milena in particolare – resti sempre legata alle loro foto, alle stampe, ai book fotografici che ho prodotto, ai filmati che avranno conservato in qualche archivio elettronico, anche se magari la tecnologia, superando gli attuali modelli di computer e archivi, li avrà probabilmente resi illeggibili.

Che cosa posso fare io per i miei clienti? Per le spose che attendono il loro matrimonio previsto nei prossimi mesi e messo in dubbio dall’attuale blocco causato dal Coronavirus? Tutto quello che è possibile fare. Certamente riorganizzare le date dei miei interventi nel caso in cui ci fosse uno spostamento della cerimonia. Rivedere completamente i nostri accordi economici, qualora si rinunciasse a parti importanti dell’evento: un matrimonio “all day” potrebbe venir trasformato in una brevissima cerimonia in Comune alla presenza dei soli testimoni. Comunque anche in questo caso io ci sarò, per due scatti soli, certo, ma saranno i loro scatti più belli in assoluto.

Miei cari clienti spero davvero di poter essere di aiuto e di conforto in questi giorni. Assieme a Voi pure io grido ” ANDRA’ TUTTO BENE”.

Chiamatemi, cercatemi e perdonate se ogni tanto vi manderò un breve messaggio: lo farò con il cuore per esservi vicino.

Roberto