Tutti gli sposi, appena presa la decisione di sposarsi e celebrare questo importante momento della loro storia, dedicano molto tempo alla ricerca di quegli elementi che possono allietare la festa ed il piacere degli invitati. Certamente la “location” è il primo argomento preso in considerazione, poi il “catering” e un’accurata e precisa scelta dei menù. Infine vengono le musiche, i giochi, e non ultimo un possibile “photo booth”. 

La nostra proposta.

Per far divertire gli invitati, noi abbiamo una proposta che può arricchire in modo simpatico e piacevole la serata o il pomeriggio della festa.

Sicuramente tutti gli invitati, in particolare modo i più giovani, ma, ne sono sicuro, anche parecchi dei più anziani, usano normalmente le attività “social” che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione. In particolare Facebook, Whatsapp, Instagram, Twitter. I ragazzi usano anche antri social networks come Snap Chat,  Telegram ed altri.

Noi fermiamoci su “Instagram” che, forse, per chi scatti fotografia con il cellulare, è il più utilizzato.

Gli sposi assegnano un nome al loro matrimonio lo associano ad un “hashtag”. Potrebbe essere ad esempio #nomeSposa-nomeSposo. E’ buona norma trovare un hashtag molto semplice. Deve essere facilmente memorizzatile, lo si vede scritto una volta e lo si ricorda per tutto l’evento senza problemi. Deve e essere semplice da scrivere, per permettere l’inserimento di una dedica, una didascalia, alla foto ma senza perdere tempo, perché è alla festa ed agli sposi che ci si deve dedicare. 

Gli sposi semplicemente invitano tutti gli ospiti a pubblicare sulle loro bacheche in Instagram le fotografie che scatteranno, segnalandole con l’hashtag dell’evento.. L’invito potrà essere già riportato sulle partecipazioni di matrimonio. Qualche biglietto o brochure può essere distribuita all’ingresso della Chiesa e messa in evidenza nel luogo della festa. 

Durante il ricevimento, sarà nostro compito accedere con un computer ad Instagram e raccogliere le foto scattate durante la cerimonia e segnate con l’hashtag indicato dagli sposi.  Senza dedicarci troppo tempo, noi fotografi faremo un po’ di “moderazione” escludendo quelle foto che consideriamo non appropriate, o non belle o semplicemente mal riuscite.

Raccoglieremo tutte le immagini selezionate in uno “Slide Show” della durata di non più di 10 minuti. Aggiungeremo un sottofondo musicale, concordato con gli sposi in funzione dei loro gusti desideri e della loro storia. 

Lo spettacolo sicuramente attirerà tutti gli ospiti. E piacerà a tutti. Perché tutti avranno contribuito scaricando le loro foto su Instagram con l’hashtag indicato. E ciascuno resterà in trepida attesa di vedere il proprio scatto.

Consigli agli sposi.

Il nostro obiettino, e spero quello degli sposi, è coinvolgere tutti, creare un’atmosfera gioiosa, di grande partecipazione, attorno ai festeggiati, evitando quei due tipi di “intrattenimento” che considero assolutamente da evitare.  Sto parlando della classica proiezione realizzata da qualche ospite/amico volonteroso, che ha raccolto varie fotografie degli sposi realizzando una storia. Di solito questi filmati risultano noiosi, forse anche per gli sposi che, magari non hanno piacere alla diffusione di certe fotografie, o all’abbinamento scherzoso che ne viene fatto. Pochi sono poi gli ospiti coinvolti nella proiezione poiché non hanno certo partecipato a quelle feste o a quelle “scorribande” celebrate nel filmato. 

Cose che sconsiglio.

C’è un altro tipo di “intrattenimento” che mi sento di sconsigliare agli sposi. Quello della proiezione delle fotografie scattate dai fotografi ufficiali.  Durante l’intero evento, vengono scattate  molte fotografie. Noi ad esempio raccogliamo le fotografie sui supporti di memoria in formato nativo occupando per ogni scatto decine di megabyte. Scaricarle per renderle visibili è un impegno notevole di tempo. Durante la fase di downloading delle foto macchine fotografiche e memorie sono impegnate, creando così un lungo intervallo alla raccolta di altre immagini che potrebbero essere significative per il racconto del matrimonio. Ed ancora, qualche scatto viene spesso realizzato con un preciso intento di successiva post produzione. Ad esempio l’alterazione di certi colori, la modifica del contrasto, il miglioramento del “bilanciamento del bianco” alterato da luci eccessivamente calde o fredde, o l’idea del successivo sviluppo dell’immagine in Bianco e Nero. Presentare subito le foto in forma nativa “as they are” senza avere il tempo di svilupparle adeguatamente è davvero un peccato.

Poi va anche considerato che gli sposi vengono privati di quel momento magico in cui, in assoluta tranquillità (ripeto tranquillità) i provini delle fotografie o magari l’album. Assaporeranno le foto commentando tra loro, facendone una selezione e decidendo se e quali immagine condividere on altri.

In sintesi.

L’idea che proponiamo è di chiedere a tutti gli invitati del matrimonio, di catalogare le fotografie scattate con il cellularecon un hashtag ben preciso. Le foto verranno poi raccolte, selezionate, e proiettate con sottofondo musicale durante i festeggiamenti. Uno spettacolo, dinamico, accattivante, bello da vedere, che renderà felici e partecipi i vostri ospiti.

Se Voi Sposi siete a questo tipo di spettacolo, allora contattateci. Vi risponderemo subito.

©Roberto Salvatori Ph

Richiedi maggiori informazioni